Dettaglio news

Progetto Ciptec, spunti e critiche utili raccolte dal primo workshop di Tiemme

 

Idee, spunti e critiche per migliorare il servizio di trasporto pubblico. Sono stati oltre 40 i partecipanti al workshop “Costruiamo insieme il nostro viaggio” promosso da Tiemme Spa nell'ambito del progetto europeo Ciptec (Collective Innovation for Public Transport). L'obiettivo è quello di sviluppare un nuovo modo per avvicinare l'azienda e gli utenti, puntando al miglioramento del servizio e la sua accessibilità.

Così cittadini, studenti, pendolari, rappresentanti di associazioni di consumatori, realtà del tessuto sociale del territorio, mobility manager di aziende e istituzioni hanno preso “attivamente” parte all'appuntamento organizzato nel Complesso del Santa Maria della Scala di Siena. Attivamente perché i protagonisti sono stati proprio loro, esprimendo opinioni del servizio, evidenziando criticità e problematiche su cui riflettere ma anche valorizzando alcuni elementi positivi di una rete di servizi urbani ed extraurbani molto ampia.

I partecipanti, infatti, dopo aver ascoltato l'introduzione affidata ai rappresentanti dell'azienda e agli esperti del settore, sono stati suddivisi in tre gruppi di lavoro, durante i quali hanno potuto esprimere le loro opinioni, punti di vista e sollevare problematiche quotidiane. In questa fase i rappresentanti di Tiemme si sono limitati ad ascoltare e prendere atto dei vari elementi sollevati, per un totale di oltre 70 considerazioni suddivise tra elementi positivi, critici e negativi.

“Al di là dell'esito della gara per la gestione unitaria del Tpl a livello regionale sul quale attendiamo l’esito finale, noi intendiamo andare avanti nel programmare in modo sempre più efficiente i nostri servizi sul territorio – osserva il presidente di Tiemme, Massimo Roncucci –. Il workshop è stata quindi una costruttiva esperienza per confrontarsi direttamente con le molteplici categorie di utenti che ogni giorno utilizzano i servizi di mobilità per le loro varie esigenze. Abbiamo raccolto spunti e critiche interessanti che adesso vaglieremo attentamente così da poter dare delle risposte laddove sarà possibile farlo. Confrontarsi è sempre molto utile e consente di acquisire una consapevolezza importante, sia per chi viaggia sui mezzi pubblici e che può apertamente dire la sua e noi dell'azienda che ci mettiamo in discussione, ragionando su come intervenire rispetto ai temi sollevati”.

Al primo appuntamento hanno partecipato rappresentanti del Comune di Siena, della Provincia di Siena, dell'Università degli Studi di Siena, Lega Ambiente provinciale, Pubblica Assistenza di Siena, Unione Nazionale Consumatori e Ad Consum, docenti universitari e rappresentanti degli studenti universitari, insegnanti e poi Fiab, Il Laboratorio di Siena, Associazione Viaggiare Disabili di Arezzo, Unione Italiana Ciechi, Associazione Le Bollicine ed altri utenti che si sono iscritti tramite l'apposito modulo online.

Il percorso proseguirà adesso con l'analisi delle idee raccolte e poi porterà ad un secondo appuntamento di confronto il prossimo autunno. Nel frattempo i cittadini e tutte le realtà interessate a partecipare e portare il loro contributo in termini di proposte possono iscriversi al progetto tramite la sezione dedicata del sito .

Torna alla lista