Dettaglio news

Accordo tra Tft e Tiemme: più controlli a bordo dei treni per contrastare l'evasione tariffaria

Tft Spa e Tiemme Spa fanno squadra per contrastare il fenomeno dell'evasione tariffaria a bordo dei treni in circolazione sul territorio aretino.Le due aziende di Tpl hanno infatti raggiunto un'intesa che consentirà a Trasporto Ferroviario Toscano di rafforzare i controlli a bordo, attraverso l'impiego di verificatori di Tiemme, i quali saliranno sui convogli ferroviari coadiuvando l'azione di monitoraggio e verifica sul possesso del titolo di viaggio tradizionalmente svolta del capotreno.

“Alla classica ed imprescindibile figura del capotreno – spiega il Presidente del Gruppo Lfi Spa, Maurizio Seri – abbiamo deciso di affiancare al personale di Tft, controllata del Gruppo Lfi, anche quella i controllori di Tiemme, partecipata di Lfi, attivando una sinergia che ci vede interpretare in modo virtuoso quanto è stato previsto dalla Legge Finanziaria 2015 della Regione Toscana che ha introdotto modifiche ed integrazioni alla legge regionale n. 42/1998 e, in particolare, all'art. 25 che disciplina gli obblighi degli utenti dei servizi di trasporto pubblico nell'ottica di efficentare il Tpl. Con questo accordo, oltre ad effettuare controlli sempre più mirati a contenere il fenomeno dell'evasione tariffaria che attualmente si attesta intorno al 5% sui nostri mezzi, con il personale di Tiemme potremo innalzare ulteriormente i livelli di sicurezza a favore dei nostri passeggeri, parallelamente a quanto già è stato fatto con l'esperienza delle guardie giurate che, compre previsto dalla nuova normativa regionale, abbiamo sperimentato nei mesi scorsi”.

La collaborazione tra le due aziende è già effettiva e prevede controlli su base settimanale sulle linee ferroviarie gestite da Tft Spa sul territorio della provincia di Arezzo. I controllori di Tiemme saranno riconoscibili dai passeggeri da apposita divisa e da cartellino di riconoscimento, sia in lingua italiana che in inglese.

Torna alla lista